bambini maltrattati al asilo

Episodi di cronaca che coinvolgono bambini e adolescenti da prendere a spunto per ragionare insieme sulla condizione dell'infanzia e dei giovani nella nostra società.

bambini maltrattati al asilo

Messaggioda melidi7 » mercoledì 2 dicembre 2009, 17:14

http://temporeale.libero.it/libero/fdg/3084112.html
sono veramente scioccata.
desolata.
non ho piu parole per l'emozione che provo leggendo quest'articolo.
nelle langhe
mamma di 7

http://apprendimentonaturale.blogspot.com/

"There is a Place beyond Rightness and Wrongness -- let us meet There." §Rumi
Avatar utente
melidi7
NTIS
 
Messaggi: 3766
Iscritto il: martedì 24 giugno 2008, 23:14
Località: piemonte
Figli: 11/07/1987, 16/01/91, 17/03/94, 21/11/97,
31/05/2000, 24/05/2003, 13/10/2005

Re: bambini maltrattati al asilo

Messaggioda Silvia D. » mercoledì 2 dicembre 2009, 17:53

non ho parole per commentare :( : Sad : :( :cry:
Avatar utente
Silvia D.
NTIS
 
Messaggi: 4026
Iscritto il: martedì 27 gennaio 2009, 17:52
Figli: L. 2008
E. 2011

Re: bambini maltrattati al asilo

Messaggioda Roberta » mercoledì 2 dicembre 2009, 18:24

il fatto che si definisca reato anche lo scapellotto e il forzare a mangiare è l'unica nota positiva. Magari, qualche genitore che lo fa di abitudine, si rende conti che sta sbagliando... per il resto meglio non commentare, poveri cuccioli, i genitori che davanti all'evidenza difendono gli insegnanti (insegnanti.. si va beh) li porterei in carcere con loro
Non esiste una strada verso la felicità. La felicità è la strada
Avatar utente
Roberta
*‿*
 
Messaggi: 1578
Iscritto il: giovedì 28 maggio 2009, 21:58
Località: Genova
Figli: M. febbraio 2008
E. agosto 2011

Re: bambini maltrattati al asilo

Messaggioda Atoq » mercoledì 2 dicembre 2009, 18:35

Allucinante :shock: non ci sono parole, chissá chi sono queste maestre per comportarsi cosí. : WallBash :

Atoq
Avatar utente
Atoq
*‿*
 
Messaggi: 794
Iscritto il: mercoledì 18 febbraio 2009, 19:33
Località: Trondheim (Norvegia)
Figli: Viola 11.08.2007
Luca 18.06.2010

Re: bambini maltrattati al asilo

Messaggioda valeria » giovedì 3 dicembre 2009, 15:29

io penso ai 4 mesi di video raccolti, e ai poveri piccoli maltrattati, mi si stringe il cuore. Ci dovrebbero essere dei controlli periodici anche sulle strutture private, non solo sanitarie, ma anche pedagogiche.
Valeria, Giulio e Adriano
Avatar utente
valeria
NTIS
 
Messaggi: 245
Iscritto il: martedì 24 giugno 2008, 7:27
Località: Siracusa/Catania
Figli: Giulio 18-01-2007
Adriano 9-11-2010

Re: bambini maltrattati al asilo

Messaggioda Atoq » giovedì 3 dicembre 2009, 23:14

Non ho parole, stavo mangiando un'insalata e mi si é stretto lo stomaco in una morsa, ma a queste donne glieli faranno vedere i video? Si renderanno conto un giorno di quello che hanno fatto? Sarebbe quella la punizione migliore...anche se so che é sbagliato augurarsi che vengano "punite"...

: Hurted :

Atoq
Avatar utente
Atoq
*‿*
 
Messaggi: 794
Iscritto il: mercoledì 18 febbraio 2009, 19:33
Località: Trondheim (Norvegia)
Figli: Viola 11.08.2007
Luca 18.06.2010

Re: bambini maltrattati al asilo

Messaggioda valeria » venerdì 4 dicembre 2009, 16:26

Ho letto l'aggiornamento, da starci malissimo. Che pena mi fanno quei poveri bambini. Ma come si fa a non accorgersi che qualcosa non va nel comportamento di tuo figlio! Come ci si può fidare ciecamente se il bambino non è sereno. Ecco servirebbe un promemoria ai genitori che mandano i figli a scuola/asilo, che li faccia interrogare sulla serenità e felicità dei loro figli.
Valeria, Giulio e Adriano
Avatar utente
valeria
NTIS
 
Messaggi: 245
Iscritto il: martedì 24 giugno 2008, 7:27
Località: Siracusa/Catania
Figli: Giulio 18-01-2007
Adriano 9-11-2010

Re: bambini maltrattati al asilo

Messaggioda ariel » sabato 5 dicembre 2009, 1:43

a pranzo,oggi, ho visto per caso la presentazione del servizio
ho iniziato a piangere
come è successo altre volte...
mi sconvolge la violenza e la brutalità su un essere vivente indifeso
dicevo tra le lacrime a mia madre che devono risponderne davanti a Dio
io non me ne faccio nulla di queste due prese e rinchiuse e punite...così non facciamo altro che allungare la catena di violenza
ci vorrebbe rieducazione di queste, ma ce ne son talmente tante che noi non vediamo...
ImmagineImmagine

tentato HB, allattamento fisiologico, autosvezzamento, babycarrying, cosleeping
Avatar utente
ariel
 
Messaggi: 191
Iscritto il: sabato 22 agosto 2009, 23:31
Figli: Alberto 14.12.2008

Re: bambini maltrattati al asilo

Messaggioda lettricesilenziosa » sabato 5 dicembre 2009, 17:26

Oggi, entrando nel sito, ero sicura di leggere un post su questa vicenda sconvolgente.
Se i nostri moderatori mi danno il permesso, vorrei segnalarvi un articolo scritto in Rete da una mia amica (è anche l'ostetrica che ha fatto nascere la mia bimba, e contribuito a "salvare" il nostro allattamento) proprio su questo argomento:
http://www.vitadidonna.org/mamme/consig ... -3211.html
Aggiungo che mi hanno colpita molto alcuni dei commenti che l'articolo ha ricevuto... Non dico quali, per ora, perché vorrei che li leggeste anche voi senza preconcetti. Magari così poi potremo condividere qualche riflessione anche su queste reazioni che l'articolo ha suscitato. Credo sarebbero assolutamente in tema, purtroppo.
Maura, mamma di Maria Chiara
lettricesilenziosa
NTIS
 
Messaggi: 535
Iscritto il: martedì 18 agosto 2009, 23:56
Figli: Maria Chiara ottobre 2006

Re: bambini maltrattati al asilo

Messaggioda Ella » sabato 5 dicembre 2009, 17:41

Io invece purtroppo non mi sorprendo troppo, a parte alcuni eccessi come spalle lussate e far mangiare il proprio vomito, credo che tutto il resto sia un comportamento purtroppo abbastanza diffuso già ai nidi, figuriamoci poi alla materna. Mi ricordo quando ero nella sala d'attesa del consultorio pediatrico, di fianco c'era il nido e mi ricordo bene le urla e i toni di rimprovero che sentivo usare con questi poveri bimbi. Lo stesso nido dove dieci anni fa mia cognata era tanto contenta di portare i suoi figli, perchè tanto le maestre erano bravissime e io non ho dubbi che le maestre fossero bravissime, almeno finchè c'erano i genitori... :mrgreen: :shock:

A quell'età non possono nemmeno verbalizzare e comunicare i disagi, si notano i traumi solo quando raggiungono livelli troppo elevati o solo quando finalmente qualcuno con un po' di consapevolezza, anche a costo di stare male, mette in dubbio il luogo dove lascia suo figlio e fa delle denunce.

Io mi rifiuto di mandare mio figlio al nido, piuttosto facciamo sacrifici economici, come non avere l'auto. Secondo me ci vorrebbe l'obbligo delle videocamere dove ci sono minori. Ma anche questo potrebbe non funzionare bene, se tali videocassette dovessero finire nelle mani sbagliate e diventare pure una nuova possibilità per eventuali pedofili di spiare i bamibini e scegliersi meglio le vittime potenziali.

Uff! Che tristezza!
Ella
 

Re: bambini maltrattati al asilo

Messaggioda Atoq » sabato 5 dicembre 2009, 17:49

Elladegio ha scritto:Io invece purtroppo non mi sorprendo troppo, a parte alcuni eccessi come spalle lussate e far mangiare il proprio vomito, credo che tutto il resto sia un comportamento purtroppo abbastanza già diffuso già ai nidi, figuriamoci poi alla materna. Mi ricordo quando ero nella sala d'attesa del consultorio pediatrico, di fianco c'era il nido e mi ricordo bene le urla e i toni di rimprovero che sentivo usare con questi poveri bimbi. Lo stesso ndo dove dieci anni fa. mia cognata era tanto contenta di portare i suoi figli, perchè tanto le maestre erano bravissime e io non ho dubbi che le maestre fossero bravissime, almeno quando c'erano i genitori, ma quando non c'erano? :shock:



Secondo me basterebbe non mettere limiti all'inserimento e avere orario flessibile, con genitori che possono andare e venire in qualunque momento. Al nido di Viola é cosí, a parte che molte ore al giorno i bambini sono a giocare fuori (anche se piove o c'é neve e ghiaccio) per cui io spesso facevo le ronde per vederla e rassicurarmi :mrgreen:
Io comunque ho dei ricordi molto belli del mio asilo, privato, Montessori e parlo degli anni 70 (75-78). Assolutamente non urlavano le maestre e il ricordo peggiore che ho é quando un piccione mi fece la cacca in testa e la maestra che mi doveva pulire non riusciva a non ridere e io piangevo per la rabbia :incazz:

EDIT: Aggiungo anche che io non mangiavo nulla, passavo la maggior parte del tempo con la cuoca in cucina perché mi piaceva stare piú con gli adulti che con i bambini e mangiavo solo la mollica del pane perché la pasta con la pommarola non mi piaceva e mi faceva pure piuttosto schifo vedere gli altri bambini che masticavano il pane e poi te lo offrivano come polpetta :rotfl: ma a parte qualche commento sul fatto che la crosta del pane era la parte migliore non mi hanno mai forzata a mangiare né tantomeno a stare a tavola con gli altri se non avevo fame.

Comunque ho letto dei messaggi su alf di una vicina di casa che viveva sopra il nido di Quarrata gestito dalla stessa persona e lei dice che tutti sapevano come era gestito il Cip e Ciop. : WallBash :

Atoq
Avatar utente
Atoq
*‿*
 
Messaggi: 794
Iscritto il: mercoledì 18 febbraio 2009, 19:33
Località: Trondheim (Norvegia)
Figli: Viola 11.08.2007
Luca 18.06.2010

Re: bambini maltrattati al asilo

Messaggioda Atoq » sabato 5 dicembre 2009, 18:32

Ma a voi non ha colpito il bambino piú grandicello nel filmato che va a consolare la bimba nonostante la presenza della folle maestra?

Atoq
Avatar utente
Atoq
*‿*
 
Messaggi: 794
Iscritto il: mercoledì 18 febbraio 2009, 19:33
Località: Trondheim (Norvegia)
Figli: Viola 11.08.2007
Luca 18.06.2010

Re: bambini maltrattati al asilo

Messaggioda silviasco » domenica 6 dicembre 2009, 20:25

Ho postato il seguente commento all'articolo del gazzettino
http://www.ilgazzettino.it/articolo.php ... sez=ITALIA

ASCOLTATE I VOSTRI BAMBINI
Attenzione a quella (diffusissima) pseudo-pedagogia che insegna ai genitori ad ignorare il pianto dei loro bimbi... Loro mandavano segnali chiarissimi, peccato che venivano interpretati come "capricci"... Ci sono voluti i filmati perché anche quei genitori che difendevano le maestre si levassero le fette di prosciutto dagli occhi. Povere creature, chiedevano aiuto e ricevevano ulteriori rimproveri!
E riflettete sul fatto che perfino in quell'asilo, dopo un "inserimento" più o meno lungo, alla fine i bimbi ci andavano "volentieri". Il fatto che un bimbo, ripetutamente mollato al nido in lacrime, alla fine smetta di piangere dopo un certo periodo NON è garanzia che in quel posto ci si trovi bene. E' solo segnale che si è RASSEGNATO.
Io inserendo mia figlia non l'ho mai lasciata in lacrime, sempre tornata indietro al pianto, fra la riprovazione esplicita delle educatrici (se capisce che se piange lei torna, non smetterà più...). Ora è inserita benissimo, e solo così sono certa che non piange perché sta bene, e non per rassegnazione.
I bimbi non piangono per manipolare, ma per esprimere un malessere: che sia semplice disagio o disperazione e terrore, il loro pianto non è mai finto, e ascoltarlo non porta mai le nere conseguenze che certa pedagogia da quattro soldi vorrebbe.
ASCOLTATE I VOSTRI BAMBINI, fidatevi di loro, come loro si fidano di voi, eliminate la parola "capriccio" dal vostro vocabolario e provate a capire il problema (grande o piccolo che sia) che c'è dietro
silviasco
NTIS
 
Messaggi: 102
Iscritto il: venerdì 17 ottobre 2008, 21:52
Figli: Irene 12/05/2008, Eleonora 13/08/2010

Re: bambini maltrattati al asilo

Messaggioda danipa75 » lunedì 7 dicembre 2009, 14:49

nonostante lo sdegno non posso non inorridire davanti a tutti gli altri commenti lasciati....non oso neanche toccare l'argomento, ma chissà cosa c'è nella storia di queste due donne, per essere così feroci! io neanche nelle mie ore più buie ho pensato tanta violenza.... :| :|
"Ma era quello il tempo migliore della mia vita, e solo adesso che mi è sfuggito per sempre, solo adesso, lo so".
Natalía Ginzburg
Daniela+3
Avatar utente
danipa75
*‿*
 
Messaggi: 1778
Iscritto il: mercoledì 29 ottobre 2008, 16:10
Località: Pesaro
Figli: E.06 J.08 N.11

Re: bambini maltrattati al asilo

Messaggioda PATRIZIO LAMPARIELLO » venerdì 15 gennaio 2010, 17:56

Ciao a tutti e mi scuso per l'assenza protratta e non dipendente dalla mia volontà.
Anche se con un certo ritardo sull'argomento, devo dire che anch'io sono rimasto sconvolto davanti alle immagini dei bambini vessati dalle loro "Insegnanti". E sono stato molto male perchè quelle immagini mi hanno confermato che i miei ricordi non mi ingannavano. Infatti, durante il mio percorso terapeutico i ricordi che venivano alla coscienza erano così sconvolgenti che credevo(anzi, volevo credere!) che, in realtà, fossero solo fantasie o, quanto meno, amplificazioni di ricordi spiacevoli. :sudato:
Purtroppo, la mia mente non mi ingannava: non ci sono limiti alla crudeltà umana!! :sob:
Chiara ha scritto "alcuni genitori HANNO DIFESO A SPADA TRATTA LE MAESTRE!!!" Concordo: c'è da sbattare la testa contro il muro... : WallBash : A VOLERLE CONSIDERARE UMANE!!
E proprio questo è il nostro errore: "loro" non sono umane! Mi dite cosa avevano di "UMANO" quelle "insegnanti" nel momento in cui, una di loro, prendendo il piccolo con le gambe(quasi fosse un pollo) lo percuoteva ostinatamente? Niente!! :incazz:
In effetti, queste persone sono deficitarie nella sensibilità e nella affettività. E' il prezzo che pagano(e che purtroppo fanno pagare anche agli ignari bambini :( ) pur di tenere rimosso il loro dolore.
Ora, vivere con questa "mancanza" significa "abdicare" ai propri sentimenti a danno di bambini per i quali una sofferenza del genere è biologicamente incomprensibile; ecco perchè siamo davanti ad una "MUTAZIONE UMANA" di fronte alla quale, noi adulti, rimaniamo inorriditi e indignati, i bambini, invece, NON POSSONO PRORIO COMPRENDERLA perchè "la natura non lo prevede".
Volevo dire a Chiara che comprendo perfettamente il stupore di fronte alla constatazione che le mamme dei malcapitati bambini difendevano a spada tratta le "maestre"(di che?). Questo vuol dire che quelle mamme non erano molto diverse da quelle... :incazz:
Cara Chiara, vuoi sapere perchè quelle mamme le hanno difese? Erano affette da quella che è detta "sindrome di Stoccolma" e riguarda il meccanismo "dell'identificazione con il persecutore/aggressore", un meccanismo che consente di "superare una fonte di stress intollerabile(terrore, paura e spavento) proprio assumendo i lruolo "attivo" del "persecutore" anzichè assumere i lruolo "passivo", mettendosi nei panni delle "vittime", i loro figli. Infatti, tale consapevolezza le avrebbe gettate nello sconforto e nell'angoscia più intollerabili.
Un saluto a tutti,
Patrizio
"Oggi ho commesso il peggiore dei peccati: non sono stato felice(J. Louis Borges)
PATRIZIO LAMPARIELLO
*‿*
 
Messaggi: 396
Iscritto il: giovedì 11 dicembre 2008, 22:02
Località: NAPOLI
Figli: ALESSIA '96
ILARIA 2000


Torna a Cronaca e attualità

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron