Accettare l’invito al gioco di nostro figlio